Gardening, mercato Italia ‘raffreddato’ dal maltempo

L’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia in queste settimane avrà effetti negativi anche sul mercato delle macchine e attrezzature per il gardening e la cura del verde. Partito con un clamoroso incremento delle vendite nei primi tre mesi dell’anno (più 29 per cento) – dovuto ad un andamento della stagione particolarmente mite che ha visto l’anticipazione delle fasi vegetative delle piante e quindi della domanda di macchinario per le manutenzioni – il mercato italiano ha poi registrato cali costanti nel periodo primaverile ed estivo, e si teme possa chiudere il 2019 addirittura con il segno negativo. Questa la previsione fornita da Comagarden nel corso delle conferenza stampa tenutasi mercoledì 27 novembre a Milano.

Gardening, mercato Italia raffreddato dal maltempo

Già nel secondo semestre – è stato spiegato in conferenza – le vendite avevano subito un calo del 12 per cento, a causa di uno slittamento in avanti dei fenomeni invernali  e quindi di un blocco delle attività di manutenzione. Stabilizzatosi nel corso dell’estate, il mercato registrava a fine settembre un incremento complessivo non superiore al 5,9 per cento rispetto allo stesso periodo 2018, e la previsione per fine anno vedeva un’ulteriore contrazione con un consuntivo ridotto a più 1,9 per cento, con un dato negativo per i rasaerba tradizionali (meno 1,5 per cento), e un dato positivo per le motoseghe e i decespugliatori, entrambi previsti in crescita dell’1,8 per cento. Queste previsioni per fine anno si basavano sul monitoraggio del mercato in condizioni meteoclimatiche ordinarie – è stato spiegato nel corso delle conferenza – e sono dunque suscettibili di essere corrette a fronte della eccezionale ondata di maltempo che sta colpendo il Paese e che può comportare un diverso orientamento della domanda.

Gardening, il trend di lungo periodo appare favorevole

I fenomeni meteorologici hanno influenza diretta sul mercato dei mezzi meccanici ed anche sulla localizzazione geografica della domanda, anche se il nostro Paese mantiene una differente predisposizione agli acquisti nelle diverse aree: complessivamente il Nord rappresenta circa il 55 per cento del mercato delle macchine per il gardening, mentre il restante 45 per cento risulta distribuito in modo pressoché equivalente fra Centro (22 per cento) e Meridione (23 per cento).

Al di là delle variabili meteorologiche, e della loro influenza sull’andamento stagionale del mercato, il trend di lungo periodo appare favorevole, per l’importanza crescente che le manutenzioni verdi avranno soprattutto nei contesti urbani. Il Presidente di Comagarden, Renato Cifarelli ha ricordato come l’espansione delle aree urbane sia un fenomeno globale, che interessa tanto i Paesi più sviluppati quanto quelli emergenti e in via di sviluppo.

Training formativi per operatori del verde, nasce EIMA Green Academy

In occasione della conferenza stampa tenutasi mercoledì 27 novembre a Milano è stato un progetto di formazione realizzato da Comagarden in collaborazione con le scuole specializzate per giardinieri e manutentori, denominato ‘EIMA Green Academy’. Moduli didattici ed un ‘tour educational’, organizzati nell’ambito dell’esposizione internazionale di Bologna EIMA Green (novembre 2020), completano un percorso formativo che offre conoscenze più approfondite in ambito meccanico e tecnologico. Il tema della formazione rafforza l’interesse intorno all’esposizione bolognese, che prosegue i suoi preparativi a passo di record.

Gardening, mercato Italia raffreddato dal maltempo

2019-11-30T11:41:57+01:0030 Novembre 2019|Categorie: TRATTORI NEWS|Tag: , , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio