Alpego presenta il nuovo coltivatore pieghevole Cayman CF

Alpego Cayman CF

Alpego allarga la propria offerta di attrezzi per la lavorazione del terreno con l’introduzione del nuovo coltivatore pieghevole Cayman CF. Per il costruttore, conosciuto per la validità delle proprie soluzioni, si tratta di un importante cambio di paradigma. Rispetto al modello precedente si ha una riduzione in peso di oltre 400 chili senza però rinunciare alla resistenza che distingue i prodotti Alpego. Un punto a favore che è stato reso possibile grazie all’utilizzo di acciaio altoresistenziale che permette di raggiungere il miglior compromesso possibile tra leggerezza e resistenza. Nello specifico si tratta dello Strenx prodotto dalla specialista svedese SSAB, tanto per capirci si tratta dello stesso produttore dell’Hardox e del Weldox.

Alpego Cayman CF, superficie e profondità

Il nuovo Cayman CF è una macchina professionale e polivalente nata per la lavorazione superficiale delle stoppie ma è anche adatta al rimescolamento del terreno a maggiori profondità. Si distingue inoltre per molti accorgimenti che permettono elevate velocità operative aumentando l’efficienza. Il coltivatore Cayman CF è stato progettato sia per le lavorazioni superficiali finalizzate all’interramento dei residui colturali, sia per rimescolare il terreno in profondità.

Alpego Cayman CF

Alpego propone il nuovo Cayman CF sia in versione Top-Mecc, sia in versione Top-Spring. La diversa configurazione permette infatti di operare con efficienza fra i 10 e i 15 centimetri, oppure fra i 25 e 30 centimetri. La dischiera permette a questo coltivatore di livellare ottimamente il terreno con un’azione superficiale di finitura finale.

Alpego Cayman CF, un coltivatore antisimmetrico

I trattori ottimali per il coltivatore Alpego Cayman CF sono quelli con potenze comprese fra 200 e 270 cavalli. Le larghezze di lavoro spaziano fra 2,8 e 4,0 metri. La differenza consiste fra l’assetto richiuso e quello completamente esteso. Il coltivatore Alpego Cayman CF ha una disposizione asimmetrica degli utensili che permettono una lavorazione più efficace in un solo passaggio; le ancore sono infatti disposte su tre ranghi che hanno un interasse di 30 centimetri.

Alpego Cayman CF

L’altezza libera da terra è più elevata rispetto ad altre soluzioni simili permettendo una capacità di lavoro superiore. Il flusso interno della terra smossa permette un ottimo rimescolamento dei residui colturali e impedisce la formazione di cumuli. Si tratta di una qualità importante per un coltivatore da cui dipende l’efficienza della lavorazione e la buona salute del terreno per la successiva semina.

Due versioni, due sistemi di sicurezza

Il Cayman CF è un coltivatore che, a seconda del tipo di lavorazione e delle specifiche esigenze, può utilizzare due diversi dispositivi di sicurezza. La versione Top Mecc è equipaggiata con un sistema di sicurezza a bullone che in presenza di un ostacolo si strappa salvaguardando la struttura.

Alpego Cayman CF

Si tratta di una soluzione che riduce il peso totale dell’attrezzo e consente l’accoppiamento con trattori leggeri. E’ consigliata per chi opera con il coltivatore in un terreno sciolto senza pietre. La versione Top Spring, invece, ha un nuovo sistema di sicurezza a doppia molla che garantisce massima elasticità e largo campo di impiego. Si tratta di un’opzione indispensabile nelle lavorazioni ad elevata velocità anche in presenza di terreni non uniformi, sassosi o molto duri.

Alpego Cayman CF

2020-01-10T18:07:31+01:0010 Gennaio 2020|Categorie: ATTREZZI|Tag: , , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio